Alien – La clonazione

http://altadefinizione.bid/wp-content/uploads/2013/07/imm-291.jpg

Duecento anni dopo il suicidio di Ripley (Weaver), nella base militare spaziale Auriga una squadra di scienziati costruisce un suo clone perfetto, da cui con un parto cesareo estrae una Regina aliena. I mostri che da lei nasceranno sono anche carne della sua carne. La loro incubazione è assicurata da esseri umani procacciati dall’equipaggio pirata. Tra loro c’è Annalee Call (Ryder), giovane donna che è in realtà un gynoid. Il 4° episodio di Alien è di segno femminile: 2 eroine, entrambe non umane, ma tutt’altro che disumane, e la Regina aliena. Presente fin da Alien di R. Scott _ il computer dell’astronave Nostromo si chiama Mother _ il tema della maternità è sviluppato e approfondito dalla sceneggiatura di Joss Whedon, basata sui personaggi di Dan O’Bannon e Ronald Shusett. Il film è nettamente superiore al precedente e non sfigura vicino a quelli di Scott e Cameron. Il merito è anche del regista francese J.-P. Jeunet, dell’operatore Darius Khondji, mago della luce, e dei disegnatori Alex Gillis e Tom Woodruff Jr. Almeno 2 grandi momenti di cinema fantastico: l’abbandono (tenero) di Ripley che affonda tra i tentacoli della Regina e l’orrore devastante della sequenza in cui distrugge con un lanciafiamme i 7 cloni, testimonianza del suo “passato”. Troppo inquietante e originale per avere un grande successo, ma rimane aperta la porta per un 5° episodio in cui la saga dovrebbe approdare finalmente sulla Terra. Fonte

  • xXx_Vagina Slayer_xXx

    Non parte..

    • Lorena ADZ-Staff

      Ciao, l’ho appena testato e funziona, riprova!

      • xXx_Vagina Slayer_xXx

        Ok, grazie cara.

  • Giovanni Yoyo Iodice

    Dopo il terribile Alien 3 la Saga di Alien si migliora leggermente con quest’ultimo capitolo. Non male, anche se non eccezionale. Voto 6/10