Bentornato Picchiatello

http://altadefinizione.bid/wp-content/uploads/2015/03/Bentornato-Picchiatello.jpg

Da quando è stato licenziato, Bo Hooper vive a casa della sorella. Non è più un giovanotto e il lavoro che faceva (il clown) non lo aiuta molto nella ricerca di una nuova occupazione. Il primo tentativo in una stazione di servizio è fallimentare, anche se in questa occasione conosce Millie cui per pura goffaggine sfascia la macchina. Bo prova sempre nuovi mestieri, e i risultati sono sempre disastrosi finché viene assunto nell’ufficio postale del padre di Millie. Dopo un silenzio lungo circa dieci anni torna sugli schermi di tutto il mondo Jerry Lewis. Il che non è proprio esatto perché il film è del 1979, ma esce solo due anni più tardi e con qualche affanno (la versione americana resta corta di qualche minuto rispetto a quella europea). Non è il Lewis più esplosivo che uno possa immaginare, ma funziona ancora, sia pure con qualche tempo morto e qualche indecisione. L’errore più grave comunque è quello di usare brevi pezzi di suoi film precedenti: uno non può fare a meno di fare confronti. Fonte Trama