Canone Inverso

http://altadefinizione.bid/wp-content/uploads/2013/08/imm-521.jpg

In una magica notte a Praga un violinista che entra suonando in una fumosa birreria incontra la giovane Costanza che “ha negli occhi la memoria del mondo”. Per lei suona una musica struggente che le restituisce l’infanzia. E’ un “canone inverso” quella musica: una partitura che si può eseguire anche a ritroso e che fa tornare indietro anche il ricordo. Per questo in una notte d’agosto del’68, fatidica per la Cecoslovacchia, Il violinista Jeno Varga racconta a Costanza la sua vita. Da quando, bambino, suonava il violino “a orecchio” consolando sua madre cui un uomo amato aveva lasciato oltre al figlio, solo quella musica e quel bellissimo violino. L’amore per la musica l’aveva allontanato dal povero luogo natio per entrare nel “Collegium Musicum” dove conosce il nobile e ricco David Blau di cui diventa il più caro amico, quasi un fratello…. A Praga si incroceranno e si divideranno i destini di David, Jeno e Sophie-celebre pianista ebrea che verrà arrestata dai nazisti durante un concerto-si incroceranno e si divideranno in nome di una comune passione che andrà oltre la morte. Fonte trama