Charlie’s Angels

http://altadefinizione.bid/wp-content/uploads/2013/08/imm-189.jpg

Il fondatore della Knox Technologies è stato rapito mentre si trovava nel proprio ufficio. Il genio dell’informatica ha creato un’applicazione in grado di identificare la voce. La sua rivoluzionaria invenzione potrebbe causare danni irreparabili se finisse nella mani dei criminali. Il presidente della società ricorre al solo uomo in grado di rintracciare il rapito e mettere fuori combattimento i rapitori: Charlie e i suoi Angels. Vale a dire Natalie, Dylan e Alex… Vagamente ispirato all’omonimo serial Tv, spudoratamente copiato dal cult di Hong Kong “Heroic Trio”, il film è tanto sfrontato quanto divertente. Collage di situazioni assai cinefile, strizzatine d’occhio ai fan della serie (chi ha riconosciuto la citazione della puntata “Angeli in catene”?), estetica kitsch ostentata senza pudore. Superlativa Drew Barrymore, anche produttrice, irresistibile Cameron Diaz, letale Lucy Liu. Il loro affiatamento è totale. A briglia sciolta perché la sceneggiatura è al grado zero: non c’è nulla da capire, ci si diverte abbandonandosi alle schiocchezze della storia. Bill Murray/Bosley che cerca di accendere il fuoco fa vacillare i più seri spettatori. Fonte trama