Danza Macabra

http://altadefinizione.bid/wp-content/uploads/2014/02/Danza-Macabra.jpg

Periferia di Londra: un giornalista, Alan Foster, viene inviato ad intervistare Edgar Allan Poe sui suoi racconti del terrore, e si dimostra scettico quando Poe gli confessa che le sue storie sono realmente accadute, e lui non è un romanziere, bensì un cronista. Per scommessa, Alan accetta di passare la notte dei morti, il due novembre, da solo nel castello abbandonato di Lord Blackwood. Se passerà la notte senza fuggire, all’alba riceverà dallo stesso Lord, una ricompensa di cento sterline. Alan, si reca nel castello, dove incontra una bellissima donna, Elizabeth Blackwood, e non si rende conto che si tratta di uno spettro, di una “non morta”. Durante quella lunga notte che sembra non avere fine, lei gli farà rivivere le vicende che la portarono alla morte insieme agli altri fantasmi che affollano il castello in quella notte d’orrore. Alan si lascia coinvolgere dalla sua bellissima ospite, e finirà per innamorarsene, senza rendersi conto di essere lui la prossima vittima sacrificale di cui gli spettri hanno bisogno per poter tornare in vita, almeno per una sola notte. Poco prima dell’alba, quando tutti i fantasmi/vampiri risorgono e lo inseguono per ucciderlo, Elizabeth lo difende, aiutandolo a fuggire e sacrificando così la sua stessa esistenza. L’alba arriva ed il fantasma della donna si dissolve, lasciando Alan in salvo vicino al cancello. Ma il destino decide di tenerli uniti, il cancello si chiude con un colpo di vento, innaturale e misterioso, colpendo l’uomo alla nuca con uno dei suoi ferri uncinati. Alan muore così, in piedi, mentre sente la voce di Elizabeth risuonargli nella testa. Fonte trama

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *