Il mandolino del capitano Corelli

http://altadefinizione.bid/wp-content/uploads/2013/08/imm-1116.jpg

Cefalonia, 1940. La giovane Pelagia, figlia del medico Iannis, si fidanza con il pescatore Madras ma questi, poco dopo, parte per combattere gli italiani sul fronte albanese. Le lettere che Pelagia gli invia restano senza risposta e il sentimento di lei si affievolisce. Occupata Atene dai tedeschi, gli italiani entrano di lì a poco a Cefalonia e a casa di Pelagia si stabilisce il capitano Corelli, un ufficiale più appassionato, come i suoi soldati, alla lirica che alla guerra. Mentre tra Pelagia e Corelli nasce una forte simpatia, Madras, tornato sull’isola, si unisce ai partigiani e si dà alla macchia. Arriva il 1943 e, dopo l’armistizio dell’8 settembre, la Germania chiede che gli alleati italiani consegnino le armi come condizione per il loro rimpatrio. Nessun accordo viene trovato, e arriva lo scontro. Gli stuka tedeschi devastano la difesa italiana, Corelli e i suoi combattono coraggiosamente ma vengono circondati e portati in un campo isolato, e fucilati. Grazie al suo amico Carlo, Corelli si salva. Nel 1947, a guerra finita, a Cefalonia Pelagia ha iniziato a studiare medicina, quando arriva per posta una cassetta registrata con la musica di Corelli. Fonte trama