Il proiezionista

http://altadefinizione.bid/wp-content/uploads/2014/04/Il-proiezionista.jpg

Mosca, 1939. Ivan è un giovane proiezionista che lavora al club del Kgb. La sera stessa del suo matrimonio con Anastasia viene portato via segretamente: il suo nuovo incarico sarà quello di proiettare film nientemeno che a Stalin. Ivan si applica con scrupolo al lavoro e non può tollerare che Anastasia vada di nascosto a visitare in orfanatrofio la piccola Katya, figlia dei vicini ebrei arrestati. Dopo l’invasione tedesca, Ivan e Anastasia devono seguire Beria, il capo del Kgb, verso gli Urali; questi rimanda poi a Mosca il proiezionista, trattenendo la donna. Quando Anastasia torna a Mosca, è incinta; si ucciderà, lasciando un messaggio per Katya. Konchalovskij agli inizi dell’era postcomunista torna a Mosca e, complice il produttore italiano Bonivento, realizza una storia d’amore intrecciata a vicende e motivi ben più grandi dei suoi protagonisti. Nei panni di Beria l’ottimo Hoskins. Fonte trama