La regina dei dannati

http://altadefinizione.bid/wp-content/uploads/2013/08/imm-523.jpg

Addormentata da seimila anni, Akasha-regina dei dannati e madre di tutti i vampiri-si è risvegliata, e con lei si ridestano le più tenebrose forze del Male. Toccherà al “non-morto” Lestat, che affascina i comuni mortali sotto le spoglie di una stella del rock, cercare di combattere e contrastare le creature agli ordini di Akasha. In palio c’è la sopravvivenza dell’intera umanità. L’affondo contro il look e l’insensatezza di certa musica è uno dei pregi del film, in cui gli unici che se la spassano sono gli attori. Da una pellicola con i vampiri, però, ci si aspetta un horror in piena regola o-in alternativa-una commedia/parodia, non un’esercitazione esangue come questa. “La regina dei dannati” è tratto dal secondo romanzo della serie “Vampire Chronicles” di Anne Rice. Al primo era ispirato “Intervista col vampiro”, ma tra i due film non c’è alcun rapporto di parentela. In questa nuova avventura il vampiro Lestat, stufo dell’eternità e di stare nella cripta, decide di impadronirsi delle notti e di invitare tutti i vampiri a svelarsi, inventandosi con successo una carriera da rock star. Fonte trama

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *