L’arte di arrangiarsi

http://altadefinizione.bid/wp-content/uploads/2015/03/L’arte-di-arrangiarsi.jpg

Rosario Scimoni, detto Sasà non crede a nulla. All’inizio è segretario del sindaco della sua città, nonché suo nipote, ma lo tradisce su alcuni documenti compromettenti. Poi diventa il braccio destro del socialista Toscano. Scoppia la Prima Guerra Mondiale e lui si finge pazzo, poi sposa una donna brutta ma molto ricca. Aderisce al fascismo e, più tardi, al comunismo, e così via… Alberto Sordi spadroneggia nel ritratto del cinico protagonista (quanti personaggi analoghi farà nella sua carriera!). Ma il film non ha sempre una tenuta convincente. Accanto a momenti felicemente graffianti, ci sono anche pause e tempi morti. Fonte Trama