http://altadefinizione.bid/wp-content/uploads/2013/09/imm91.jpg

Da Man in the Mirror alla beatlesiana Come together, due performance dal vivo fanno da cornice ad una serie di segmenti che ripercorrono il mito di Michael Jackson. All’interno di uno schermo televisivo passano sequenze tratte dai videoclip dei primi vent’anni della carriera di Jackson: dalla fine dei Sessanta, anni in cui emerge precocemente nella musica pop come leader della band di famiglia Jackson 5, fino alla fine degli Ottanta con la consacrazione da solista e la pubblicazione dell’album Bad.  Ogni figura leggendaria del mondo dello spettacolo possiede un tratto distintivo utile a insediarla più a lungo nel Pantheon delle celebrità. Michael Jackson ha la sua moonwalk, passo di danza che emula una “camminata sulla Luna” (e che si dice essere ispirato alle performance di Marcel Marceau). In linea con la leggerezza degli anni Ottanta, quel passo strisciante in cui i piedi sfidano la gravità non è solo il marchio più celebre del “Re del pop”, ma la figurazione in movimento di un’intera estetica. Fonte trama

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *