Occhi Nelle Tenebre

http://altadefinizione.bid/wp-content/uploads/2013/12/Occhi-nelle-tenebre2.jpg

Emma Brody (Stowe), cieca dall’età di otto anni per colpa della madre, violinista, subisce un’operazione che le restituisce parzialmente la vista: vede le immagini con percezione ritardata. Testimone di un delitto, per la sua anomalia alla vista e per gli incubi di cui soffre _ causati dal trauma infantile _ non è creduta dalla polizia. Se non intervenisse un poliziotto intelligente, che s’innamora di lei, finirebbe vittima dell’assassino. L’intreccio è la componente più debole e scontata di un thriller psicologico, originale variazione sul tema della cieca alle prese con un assassino psicopatico che ebbe il suo capostipite in Occhi della notte (1967) e fu ripreso da Terrore cieco (1971) e da Gli occhi del delitto (1992). La Stowe, attrice di nervosa bravura, ha più sex-appeal di Audrey Hepburn e Mia Farrow messe insieme. Apted sa tenere sulla corda senza eccedere in effetti, grazie alla maestria cromatica di Dante Spinotti. Suggestive musiche irlandesi del quintetto dei Drovers. Fonte Trama