Piccoli affari sporchi

http://altadefinizione.bid/wp-content/uploads/2013/08/3.jpg

Okwe, un nigeriano immigrato legalmente a Londra, ce la mette tutta a sbarcare il lunario: di sera fa l’autista di taxi e di notte è receptionist in un albergo malfamato. L’uomo divide uno squallido appartamento con Senay, una timida turca senza permesso di soggiorno che lavora nello stesso albergo. Una notte, Okwe si rende conto che l’albergo è gestito da una spietata organizzazione criminale che sfrutta i disperati e scopre che Senay è nel mirino della gang. Inizia così una corsa contro il tempo per salvare la ragazza… Frears ha il dono della mano lieve e sa tracciare caratteri con pochi tratti (il cinese che lavora all’inceneritore di cadaveri, la prostituta nera che passa le sue notti al “Baltic”, il proprietario della compagnia di minicab che si è beccato la gonorrea). Sa anche fare film con il budget ridotto della Bbc: veri film, non Tv movie. _Piccoli affari sporchi_ è ben scritto, ben diretto, ben recitato, fotografato magnificamente da Chris Menges: e non è poco. Fonte trama