Pomodori verdi fritti alla fermata del treno

http://altadefinizione.bid/wp-content/uploads/2013/08/imm-292.jpg

Evelyn (Bathes), sovrappeso e frustrata dall’indifferenza del marito, fa amicizia in un ospizio con l’anziana Ninny (Tandy) che le racconta, a puntate, una storia di molti anni prima che ha per protagoniste due amiche, Idgy (Masterson) e Ruth (Parker), in un bar vicino a una ferrovia (dove la specialità sono i pomodori verdi fritti). Idgy cresce ribelle e selvaggia e frequenta ambienti poco raccomandabili. Riuscirà a convincere l’amica Ruth a lasciare il violento marito, che ha sposato contro la sua volontà, e a tenersi il suo bambino.  Due film in uno: quello che riguarda il presente, con la storia di Evelyn, dei suoi problemi di linea e di matrimonio in crisi; e quello del passato, con Idgy, Ruth e parecchi personaggi di contorno. Ma il primo è trattato banalmente e che tutto l’interesse e i pregi (di ricchezza di spunti, di piglio narrativo e di ricostruzione ambientale) risiedono nel racconto di Ninny. Così accade che la Masterson e la Parker incidano più delle pur bravissime Bates e Tandy. Fonte trama