http://altadefinizione.bid/wp-content/uploads/2013/08/imm-5.jpg

Un anno esatto dopo l’assassinio di sua madre, la giovane Sidney (Campbell) ripiomba nel terrore: nella cittadina in cui abita un assassino periodico, con una maschera ispirata al famoso quadro L’urlo di E. Munch, comincia a uccidere. Tutte le vittime hanno qualcosa a che fare con lei e sono patiti dei film dell’orrore. Scritto dal giovane Kevin Williamson, questo thriller di Craven, l’inventore di Nightmare e di Freddy Krueger, è un compendio metafilmico e autoironico del cinema di paura dell’ultimo ventennio del secolo e in particolare del sottogenere “slasher” (morti violente procurate con armi da taglio) con espliciti omaggi a John Carpenter. Gioca con gli stereotipi del genere, ma anche con i nervi dello spettatore, dimostrandogli che funzionano ancora. Nella parte del preside H. Winkler (Fonzie) non è accreditato. Brevi apparizioni di Linda Blair (la giornalista TV) e del regista (il guardiano). Fonte Trama