Spirit – Cavallo selvaggio

http://altadefinizione.bid/wp-content/uploads/2014/08/Spirit-Cavallo-selvaggio.jpg

Nuovo lungometraggio animato della Dreamworks e dei creatori di Shrek, meritato successo planetario. Bastano poche sequenze per capire che Spirit non ha molto a che vedere con Shrek. Prima di tutto è realizzato con le tecniche tradizionali del cartone animato e lo si nota subito nella morbidezza dei tratti e nel movimento fluido dei personaggi. Poi non è così sopra le righe come il fortunato Shrek, ma è stato pensato come un prodotto per famiglie: è più conformista, politicamente corretto nel suo apologo ecologico. Per di più il protagonista, lo stallone Spirit, è un personaggio completamente antropomorfizzato nel modo di sentire e di agire. Lo schema è manicheo: il bene da una parte, il male dall’altro; la civiltà e la natura, l’odio e l’amore. È una sfida a Disney con un contenuto disneyano 100%. La storia è semplicissima. L’animale, nato libero e selvaggio nelle praterie erbose del West, viene condotto in cattività in un fortino di bianchi che compiono le peggiori nefandezze nei confronti dei pellerossa e della natura che li circonda. Il giovane Lakota Little Creek lo libera e lo conduce in un villaggio indiano dove l’animale incontra l’amore e ritrova il suo stato primordiale. Fonte Trama

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *