http://altadefinizione.bid/wp-content/uploads/2013/08/imm-513.jpg

Sembra una delle solite leggende metropolitane: alla proiezione di un videotape che contiene immagini da incubo, segue una telefonata che annuncia la morte dello spettatore sette giorni dopo la visione. La giornalista Rachel Keller è piuttosto scettica rispetto alla vicenda, finché quattro adolescenti muoiono in circostanze misteriose esattamente una settimana dopo aver visto la cassetta in questione. Per indagare sull’accaduto, Rachel fa di tutto per entrare in possesso del filmato e lo guarda: a questo punto solo il suo amico Noah può aiutarla a scoprire l’arcano…   Lo sceneggiatore Ehren Krueger è riuscito in quel compito difficilissimo che dovrebbe costituire lo scopo principale di ogni remake che si rispetti: l’adattamento. Perché se è vero che il _Ring_ americano è molto simile al prototipo giapponese firmato nel 1998 da Hideo Nakata (alla base c’è sempre il romanzo di Koji Suzuki), è nel contempo anche diversissimo, al di là delle vere e proprie aggiunte o sottrazioni. Fonte trama

Una replica a “The Ring”

  1. marco mottaran ha detto:

    voglio vedere the ring ma non riesco a vederlo, come faccio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *