Toy Story 2 – Woody e Buzz alla riscossa

http://altadefinizione.bid/wp-content/uploads/2013/08/imm-210.jpg

Finito per errore tra gli oggetti di una svendita da cortile nell’intento di salvare un altro giocattolo, Woody viene rubato da un collezionista che lo riconosce per quello che è: un modello rarissimo degli anni ’60, parte di un set western più grande. Proprio grazie a Woody infatti il set diventa completo e assume un valore astronomico per il museo dei giocattoli di Tokyo. Il resto della banda (capitanata per l’occasione da Buzz Lightyear) ha pochissimo tempo per salvare l’amico prima che venga spedito. Sempre che lui voglia essere salvato.
Poco più di un pretesto è quello che serve a John Lasseter (questa volta affiancato alla regia da Lee Unkrich e Ash Brannon) per tornare a raccontare le avventure che i giocattoli vivono all’insaputa degli umani. A soli 4 anni dal primo film e con solo un’altra produzione nel mezzo (A bug’s life), Toy story 2 suona come la volontà di fare liberamente tutto quello che il primo film (con le sue ristrettezze e i suoi vincoli) non aveva consentito cioè non solo raccontare una storia ma proporre un punto di vista diverso. Fonte trama