Tre uomini e una gamba

http://altadefinizione.bid/wp-content/uploads/2013/07/Treuominieunagamba.jpg

Aldo, Giovanni e Giacomo, commessi di un negozio di ferramenta della catena Il paradiso della brugola, devono recarsi da Milano a Gallipoli, dove avrà luogo il matrimonio di Giacomo con Giuliana, terza figlia del volgare cavalier Eros Cecconi. Questi, oltre ad essere il proprietario della catena di negozi, è anche suocero di Aldo e Giovanni (sposati quindi con le prime due figlie del Cecconi). I tre devono anche portare all’anziano imprenditore il suo ultimo acquisto: una scultura di legno a forma di gamba di Garpez, noto scultore avanguardista ormai in punto di morte. Il cavalier Cecconi afferma che, con la morte dell’artista, il valore in denaro dell’opera, già molto alto, salirà ancora. Con loro viaggia anche il cane di Aldo, Ringhio, bulldog prediletto del suocero. In occasione di una sosta in una stazione di servizio, in cui Giovanni umilia dei bambini giocando a braccio di ferro e facendo evoluzioni a corpo libero, Ringhio viene dimenticato legato alla macchina, muore e i tre dovranno risponderne al suocero… Fonte Trama