Un perfetto criminale

http://altadefinizione.bid/wp-content/uploads/2013/08/imm-1218.jpg

Michael Lynch ha fascino ed è abile nel suo lavoro. Ha tutte le carte in regola per essere un uomo di successo, ma è un ladro di opere d’arte. Michael è la disperazione della polizia di Dublino che per metterlo in prigione lo pedina giorno e notte. Questo non impedisce al ladro più ricercato di Irlanda di mettere a segno dei colpi fantastici sotto il loro stesso naso. Quando Michael decide di mettere le mani su un Caravaggio trova sulla sua strada un poliziotto deciso a tutto pur di acciuffarlo. Nel 1998 John Boorman diresse “The General” che raccontava la storia di Martin Cahill, famoso gangster dublinese che divenne una leggenda. I punti di contatto (a parte il finale) con quella pellicola sono inequivocabili. “Un perfetto criminale” non è denso quanto “The General”, non ha la sua visione generale né la sua amara predestinazione, ma è un film di genere serrato e ironico, con un bel ritmo nella descrizione dei colpi, degli inseguimenti e dei trucchi con cui Lynch e la sua banda si liberano dei poliziotti, appena un po’ rallentato e confuso nella parte centrale, ma che si risolleva con agilità appena entra in scena il Caravaggio. Fonte trama